Cerca
Cerca

DISCIPLINARE TECNICO PERFORMANCE TEST

PREMESSA

Il disciplinare del Libro Genealogico prevede che tutti i tori da inserire nelle prove di progenie della razza Bruna italiana dovranno essere sottoposti alle prove del Performance-test da attuarsi presso il Centro genetico dell’Associazione nazionale di razza a Bussolengo (VR) secondo il disciplinare tecnico predisposto in base alle delibere della Commissione tecnica centrale del 22.11.1990, del 23.09.1991 e del 26.06.1992.

A) AMMISSIONE AL PERFORMANCE TEST

  1. Requisiti tecnici
    Il Performance test viene svolto sui giovani maschi in possesso dei requisiti previsti dalle Norme Tecniche del Disciplinare del Libro Genealogico.
    A cadenza regolare si riunisce la Commissione di tecnici del Libro Genealogico e del Centro Genetico che dall’esame della scheda genealogica verifica la presenza dei requisiti minimi previsti.
  2. Età dei torelli
    I torelli di norma entrano al Centro a circa quattro mesi di età. In particolari casi possono essere concesse deroghe per animali che hanno superato tale età. Usciranno di norma a 12-14 mesi di età, al completamento di tutte le prove previste.
  3. Diagnosi di ascendenza 
    I torelli devono essere in possesso del Certificato di compatibilità dell’ ascendenza con diagnosi ‘S’ per entrambi i genitori determinata da due analisi una effettuata prima dell’entrata e l’altra durante la permanenza al Centro Genetico.
  4. Ammissione torelli esteri e nati da embrioni importati 
    Possono essere inseriti al Centro Genetico torelli che provengono dall’estero o da embrioni importati, limitatamente alla percentuale massima del 20% dei tori in Performance test l’anno precedente.
    L’autorizzazione ad introdurre tori esteri o provenienti da embrioni esteri al Centro Genetico è riservata agli Enti, Organizzazioni o Consorzi che gestiscono programmi di prove di progenie con non meno di dieci torelli per anno.
    I tori nati all’estero sono ammessi anche dopo il compimento del 6° mese di età e gli stessi resteranno il solo tempo necessario all’espletamento delle prove sanitarie ed attitudinali.
  5. Requisiti sanitari 
    La protezione e la verifica sanitaria viene fatta fin dalla stalla dell’allevatore di partenza. Al centro i tori entrano dapprima nella stalla di isolamento, poi nella stalla del Performance Test, dove la protezione sanitaria continua per tutto il periodo di soggiorno, secondo le cadenze, le modalità e le norme tecnico-sanitarie previste per i Centri Genetici, dalla legislazione italiana e dalle direttive CEE.

DOMANDA

Chiunque intenda inviare un vitello al Centro genetico, deve farne richiesta.
La richiesta deve essere fatta possibilmente entro il terzo mese di età del vitello, segnalando il livello sanitario ufficiale dell’allevamento.

CONVENZIONE

A seguito dell’ ingresso al Centro del soggetto, viene  stipulata una convenzione tra ANARB e proprietario nella quale sono tra l’altro fissati:
–data di ritiro, secondo un calendario prefissato dal Centro genetico;
–obblighi sanitari;
–impegno al pagamento della retta in due rate ( una all’ ingresso e una all’ uscita);
–clausole assicurative.

VISITA PREENTRATA 

Per i torelli accettati viene fissata la data della “Visita pre-entrata” da parte del Veterinario responsabile sanitario del Centro genetico, che può essere accompagnato da un Esperto per un giudizio morfologico.
In alternativa, può venire richiesta la collaborazione di un medico veterinario locale libero professionista per effettuare la visita pre-entrata. Tale veterinario, collegato con l’Associazione provinciale allevatori, deve operare in conformità alle direttive del veterinario del Centro genetico.
Durante tale visita il veterinario oltre all’esame clinico previsto può prelevare anche un campione di sangue al soggetto per alcuni test previsti dal programma sanitario (IBR – BVD).
Qualora vengano rilevati fatti clinici incompatibili con la carriera riproduttiva il torello non potrà essere ammesso.
Per fatti lievi o curabili può essere ammesso con riserva; in tal caso le spese per le cure sono a carico del proprietario.
I soggetti devono essere decornificati

ENTRATA A CENTRO

Il calendario del Centro prevede ogni due mesi circa l’arrivo dei torelli, che deve avvenire nello spazio di due giorni consecutivi, per la formazione di un unico “gruppo di entrata”.

All’arrivo di ogni autocarro il veterinario, prima di dare il nullaosta per lo scarico deve:

  • esaminare che la documentazione sanitaria sia completa e regolare;
  • eseguire una visita dei soggetti sull’automezzo;

STALLA ISOLAMENTO

Nella stalla di isolamento i torelli restano “in gruppo” per un periodo di circa 30-35 giorni durante i quali vengono sottoposti ad accertamenti sanitari. Alla fine della quarantena, passano sempre in gruppo, alla stalla del Performance-test.

B) CONTROLLI

  1. k-caseina 
    Per ogni soggetto in Performance-test viene determinato il genotipo della k-caseina.
  2. Genotipizzazione
    Per ogni soggetto si esegue il test genomico ad alta densità (HD).
  3. Controllo tare genetiche
    Si verifica l’eventuale presenza di patologie genetiche
  4. Verifica aspetto morfologico e biometrico 
    Allo scopo di verificare se lo sviluppo e l’armonicità della struttura dei torelli rientrano nello standard di razza, vengono effettuate:
    a) Valutazione morfologica da parte di un esperto di razza all’ingresso ed all’uscita dalla stalla del Performance test.
    Quest’ultima viene utilizzata anche per l’iscrizione al Libro genealogico.
    b) Rilevamento di alcune misurazioni biometriche.
  5. Incrementi ponderali 
    I torelli vengono pesati all’arrivo, alla partenza, e durante la prova ogni 15 giorni settimane possibilmente alla stessa ora.
  6. Attività sessuale 
    Al raggiungimento della pubertà inizia l’addestramento al salto del torello, con valutazione della libido.
  7. Qualità seme 
    Il seme prelevato, fresco e congelato, viene analizzato nelle sue caratteristiche principali (quantità, concentrazione, motilità, resistenza, etc.).

C) USCITA DAL PERFORMANCE TEST

Al termine del Performance-test la Commissione di tecnici del Libro Genealogico e Centro Genetico, sulla scorta dell’elaborazione dei dati registrati, procede alla verifica dei requisiti morfologici, genealogici, genomici, sanitari, e attitudinali dei tori ed esprime un giudizio di ammissibilità alla prova di progenie e di entrata in un Centro di produzione seme. I tori mantengono la validità di tutte le certificazioni sanitarie acquisite presso il Centro genetico stesso.

In caso di prolungamento del periodo di sosta al Centro dei torelli per motivi sanitari o per cause di forza maggiore il proprietario sarà informato tempestivamente

 

D) ASSICURAZIONI

É prevista la copertura assicurativa di tutti i soggetti durante il periodo di permanenza al Centro genetico (da stalla di partenza del proprietario all’arrivo presso il Centro di f.a. di destinazione).

Se il torello al termine del Performance-test non è idoneo per la produzione del seme, e viene inviato al Centro di produzione seme per una ulteriore fase di prova, resta in sospeso la liquidazione dell’indennizzo da parte dell’assicurazione, che sarà definita al termine di tale periodo.