Zurigo – FEDERAZIONE EUROPEA DI ZOOTECNIA

 

Dal 22 al 26 agosto ha avuto luogo a Zurigo il 50° incontro annuale della EAAP, la Federazione europea di zootecnia.

 

Zurigo – INCONTRO INTERBULL

Dal 25 al 28 agosto a Zurigo (Svizzera), in coda al convegno Fez, si è svolto l’incontro Interbull. Il cosiddetto open meeting è, di fatto, un convegno che si distingue dalla miriade di convegni tecnici in essere nel mondo sostanzialmente per due motivi: è molto informale come ambiente, lasciando molto spazio, quindi, alle domande ed alle discussioni più che alle presentazioni; non richiede preiscrizioni molto tempo prima del convegno rendendo possibile, di fatto, la presentazione anche delle novità più recenti in campo scientifico. I due fattori ne hanno decretato un indubbio successo ed oggi, partito come incontro tra tecnici specializzati del settore in una stanza intorno ad un tavolo, si è trasformato nell’incontro tecnico forse più significativo del panorama internazionale. Interbull, del resto, tende a preservare attentamente questo clima rilassato, ma molto avanzato dal punto di vista tecnico, anche per ribadire la differenza di tale appuntamento rispetto ai vari altri che si susseguono durante l’anno.

Zurigo, del resto, è stata anche l’occasione per il businness meeting, cioè dire l’assemblea ove ogni Paese può esprimere un voto riguardo le iniziative proposte dallo Steering Committee (SC, Comitato Direttivo). Lo SC, a sua volta, si è riunito due volte, prima e dopo l’assemblea, per proporre prima ed adottare poi le istanze emerse.

A livello di SC gli argomenti più dibattuti sono stati la verifica del funzionamento del nuovo servizio Mace per la morfologia in essere da pochi mesi e l’istituzione formale di un Comitato tecnico che sgravi lo SC dall’analisi dei dettagli tecnici riferiti a tale servizio. Dal punto di vista di posizionamento strategico di Interbull, si è discusso profondamente, anche nel businness meeting, della possibilità di avvicinare ulteriormente Interbull ad Icar con un sistema anche di membership congiunte. Certamente questo è stato definito un argomento delicato e necessario di un ulteriore approfondimento.

In aggiunta, si è discusso ulteriormente il codice di espressione dei risultati genetici nei Paesi non aderenti al servizio e che, quindi, non ricevono indici sulla loro scala. Di particolare interesse per la Bruna la discussione da noi proposta sulla possibilità di modificare le regole Interbull per l’ufficializzazione dei dati per fare fronte alle nuove esigenze di prove di progenie internazionali congiunte che si affacciano nel mondo delle razze a minore diffusione.

Prima delle riunioni Interbull, al fine di presentare richieste comuni, si è, peraltro, svolta una riunione del gruppo dei genetisti delle Federazioni europee della Bruna, che ha visto interessanti discussioni sullo scambio elettronico degli indici delle vacche europee e un tentativo di armonizzare i limiti di pubblicazione dei tori tra Paesi europei. Si spera di essere in grado di proporre soluzioni pratiche a breve, che dovrebbero rendere possibile un maggior grado di collaborazione tecnica a livello internazionale.

 anarb@anarb.it
© 2002-2005 A.N.A.R.B. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà dell'A.N.A.R.B.
La riproduzione è vietata. La riproduzione parziale è possibile citando la fonte.