CONTROLLI SANITARI

RICHIESTI PRIMA DELL'ENTRATA AL CENTRO GENETICO

 

 
A) VISITA PREENTRATA PRESSO L’ALLEVATORE

1) Visita sanitaria in allevamento del veterinario incaricato di verificare lo stato di "allevato in isolamento" del candidato

– Controllo dello stato di salute generale e dello sviluppo corporeo.
– Controllo del corretto sviluppo dei testicoli e dell’assenza di monorchidismo o criptorchidismo.
– Controllo dell’assenza di ernie (ombelicale, inguinale).
– Controllo della corretta decornazione.
– Controllo dell’assenza di anomalie congenite.
– Controllo dell’assenza di malattie cutanee.
Il tutto va certificato su apposito modulo (verbale visita preentrata).

2) Si potranno prelevare dal soggetto anche dei campioni per eventuali accertamenti sanitari.

 

B) TEST IBR – IPV AL TERZO MESE DI ETA’ DEL SOGGETTO

Il soggetto deve essere sottoposto entro e non oltre i 90 giorni di età ad un prelievo di sangue, che dovrà essere spedito all’Istituto Zooprofilattico di Brescia dove verrà eseguito il test di sieroneutralizzazione ed ELISA per l’IBR-IPV. L’esito dovrà essere negativo, una eventuale positività esclude l’ingresso al Centro del candidato.

 

C) CERTIFICAZIONE SANITARIA OBBLIGATORIA

(da richiedere all’A.S.L. per l’ammissione dei torelli al Centro)

1) Certificazione ufficiale (Mod. A e mod. 4 integrato) che attesta la provenienza del soggetto da un allevamento:

– ufficialmente indenne da Tubercolosi;
– ufficialmente indenne da Brucellosi;
– indenne da Leucosi bovina enzootica.

Il soggetto deve essere sottoposto obbligatoriamente nei 28 giorni precedenti l’introduzione al centro ai seguenti test:

– intradermotubercolinizzazione con esito negativo;
– sieroagglutinazione con un tasso brucellare inferiore a 30 U.I. di agglutinazione per ml o una reazione di fissazione del complemento per la brucellosi con risultato inferiore a 20 unità CEE per ml;
– ricerca sierologica per la L.B.E. con esito negativo;

Il certificato deve inoltre attestare che:

– il soggetto è stato sottoposto nei 28 giorni precedenti l’introduzione al Centro genetico al test virologico e sierologico per la BVD_MD (obbligatorio da giugno 2008); in caso di positività virologica il soggetto non sarà ammesso al Centro Genetico; in tal caso l’ingresso verrà posticipato per ottenere la negatività virologica;
– il soggetto è stato sottoposto nei 28 giorni precedenti l’introduzione al Centro genetico al test di sieroneutralizzazione per l’IBR-IPV con esito negativo;
-
il soggetto è stato sottoposto nei 28 giorni precedenti l’introduzione al Centro genetico al test sierologico per la Blue Tongue;
– l’allevamento di provenienza non è stato sottoposto a restrizioni di polizia veterinaria e che il soggetto non presenta al momento del carico segni clinici di malattia infettiva, infestiva e cutanea (vedi verbale visita preentrata).

2) Certificato di trasporto bestiame (modello rosa).

Le prove sanitarie ed i certificati richiesti sono obbligatori per tutti i soggetti candidati al Centro genetico.

Fanno eccezione solo soggetti al di sotto dei 40 (quaranta) giorni di età per i quali non è richiesta:
– la prova per la tubercolosi;
– la sieroagglutinazione e la fissazione del complemento per la brucellosi.

È richiesta invece la prova negativa per LBE e IBR-IPV della madre.

 

 anarb@anarb.it
© 2002-2005 A.N.A.R.B. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà dell'A.N.A.R.B.
La riproduzione è vietata. La riproduzione parziale è possibile citando la fonte.