NORME OPERATIVE

DOMANDA

Chiunque intenda inviare un vitello al Centro genetico, deve farne richiesta su apposito stampato.
La richiesta deve essere fatta possibilmente entro il terzo mese di età del vitello, segnalando il livello sanitario ufficiale dell'allevamento.

 

CONVENZIONE

A seguito dell’ ingresso al Centro del soggetto, viene  stipulata una convenzione tra ANARB e proprietario nella quale sono tra l’altro fissati:
–data di ritiro, secondo un calendario prefissato dal Centro genetico;
–obblighi sanitari;
–impegno al pagamento della retta in due rate trimestrali anticipate;
–clausole assicurative.

VISITA PREENTRATA 

Per i torelli accettati viene fissata la data della "Visita preentrata" da parte del Veterinario responsabile sanitario del Centro genetico, che può essere accompagnato da un Esperto per un giudizio morfologico.
In alternativa, può venire richiesta la collaborazione di un medico veterinario locale libero professionista per effettuare la visita preentrata. Tale veterinario, collegato con l’Associazione provinciale allevatori, deve operare in conformità alle direttive del veterinario del Centro genetico.
Durante tale visita il veterinario oltre all’esame clinico previsto può prelevare anche un campione di sangue al soggetto per alcuni test previsti dal programma sanitario (IBR – BVD).
Qualora vengano rilevati fatti clinici incompatibili con la carriera riproduttiva il torello non potrà essere ammesso.
Per fatti lievi o curabili può essere ammesso con riserva; in tal caso le spese per le cure sono a carico del proprietario.
I soggetti devono essere decornificati

ENTRATA A CENTRO

Il calendario del Centro prevede ogni due mesi circa l’arrivo dei torelli, che deve avvenire nello spazio di due giorni consecutivi, per la formazione di un unico "gruppo di entrata".

All’arrivo di ogni autocarro il veterinario, prima di dare il nullaosta per lo scarico deve:

  • esaminare che la documentazione sanitaria sia completa e regolare;
  • eseguire una visita dei soggetti sull’automezzo.
STALLA ISOLAMENTO

Nella stalla di isolamento i torelli restano "in gruppo" per un periodo di circa 30-35 giorni durante i quali vengono sottoposti ad accertamenti sanitari.
Alla fine della quarantena, passano sempre in gruppo, alla stalla del Performance-test.

USCITA DAL CENTRO

In caso di prolungamento del periodo di sosta al Centro dei torelli per motivi sanitari o per cause di forza maggiore il proprietario sarà informato tempestivamente per iscritto.

QUOTA GIORNALIERA

La quota giornaliera copre le spese per tutte le prestazioni previste dal disciplinare tecnico: alimentazione e controlli; nonché l’assistenza sanitaria e l’assicurazione.
Sulla base di una analisi dei costi medi di gestione e delle spese di mantenimento dei torelli, e tenuto conto, per i torelli nati in Italia, del contributo del Ministero Agricoltura e Foreste, viene fissata annualmente la quota giornaliera per torello.

ASSICURAZIONI

É prevista la copertura assicurativa di tutti i soggetti durante il periodo di permanenza al Centro genetico (da stalla di partenza del proprietario all’arrivo presso il Centro di f.a. di destinazione) per le seguenti voci:

1) Responsabilità civile per danni a terzi.
2) Morte di un soggetto. Viene stipulato per ogni torello un contratto di assicurazione per un massimale di £. 5.000.000 (cinquemilioni). Tale cifra, dalla quale vengono dedotte le spese sostenute per eventuali interventi sanitari, assicura per il rischio di morte o abbattimento forzoso per infortuni e malattie comuni o contagiose.

Per quanto concerne le malattie comuni o contagiose la garanzia assicurativa entra in vigore dopo gli accertamenti diagnostici ufficiali che l’Associazione di razza effettua presso la stalla di isolamento.
– In caso di mancata abilitazione all’impiego in fecondazione artificiale di un soggetto, viene corrisposta dall’Assicurazione una somma per ogni giorno di permanenza al Centro, fino ad un massimo di 100 giorni, a titolo di rimborso forfetario della spesa di mantenimento presso il Centro genetico.

Dal rimborso vengono detratti il premio assicurativo e le spese per medicinali.

Se il torello al termine del Performance-test non è idoneo per la produzione del seme, e viene inviato al Centro di produzione seme per una ulteriore fase di prova, resta in sospeso la liquidazione dell’indennizzo da parte dell’assicurazione, che sarà definita al termine di tale periodo.

 anarb@anarb.it
© 2002-2005 A.N.A.R.B. Tutti i contenuti di questo sito sono di proprietà dell'A.N.A.R.B.
La riproduzione è vietata. La riproduzione parziale è possibile citando la fonte.